Buonasera / Buongiorno a Tutti,
siamo da ieri sera una nazione totalmente in “zona rossa”. C’è bisogno di contenere e limitare questo virus. Il governo (non avrei mai pensato di dirlo) ha preso delle decisioni giuste e coraggiose. Cercando negli archivi web, vedo che altre due volte negli ulti 60 anni si sono manifestate delle simili epidemie, sempre con virus che non riuscivano ad essere “compresi” nelle prime fasi di sviluppo. Non credo che le misure prese, ci debbano spaventare, poichè il nostro sistema sanitario nazionale ha dimostrato di essere efficiente nonostante tutti i tagli ai fondi che ha subito in questi anni. Le misure vanno di pari passo con l’importanza di ridurre in tempi brevi i contagi, perchè i “numeri” non si trasformino in enorme tragedia come in passato.

Gli psicologi hanno scritto un testo come vademecum per i cittadini, per aiutare a gestire questo periodo di stress. Io so anche che dovendo star chiuso in casa e avendo stravolte le abitudini di vita, bisogna riorganizzarsi. Ed è duro. Io ho deciso che dedicherò più tempo alla cura della casa e ho approfittato di tutto questo tempo libero per lavorare a una prossima mostra, che prima o poi spero si possa fare. L’esposizione comprende opere e un libro. Vi lascio con le prime righe della prefazione…

Davvero è curioso che io inizi a scrivere questo libro ed a lavorare a questa mostra, a cui il libro è abbinato, in questo periodo. Siamo al 10 marzo del 2020 e l’anno non è iniziato bene. Nelle prime settimane ci sono stati i disastri metereologici nel mondo che hanno devastato varie aree, poi l’Australia è stata in preda a incendi che ne hanno devastato gran parte del territorio, per poi non parlare della calamità “dell’acqua alta” che ha messo in ginocchio la città di Venezia… Ora, da ieri sera tutta l’Italia è zona rossa, stato di emergenza. Un virus proveniente forse dalla Cina, ha bisogno di essere limitato e sdradicato, perché sta causando morti e oltre a questo, distruzione sociale e economica. Sembra di essere in quei film catastrofici che parlano sempre della fine del mondo, con alcune persone in preda al panico, alla psicosi, al delirio e una situazione che sembra andare dritta verso la fine dei giorni. Eppure io, un ex ansioso malato di panico, sono preoccupato per i miei familiari e per i miei amici, ma non sono nel terrore. Appare strano anche a me, ma è così. La mia è una preoccupazione sana, che mi tiene attivo, che mi tiene in guardia, che mi fa capire che devo svolgere al meglio il mio dovere civico, per me, per le persone che amo, per la mia famiglia e per tutto il resto della popolazione italiana che non ha bisogno di “un qualcuno” in più che se ne vada in giro a rischiare di essere infettato e a infettare a sua volta.

Qualora voleste contattarmi, per qualsiasi motivo, potete usare:

MAIL,

WHATSAPP e TELEGRAM al n. 3334238749,

japan-flagNroomから度々展示に参加しているイタリア人作家Filippo Biagioliが、新作漫画を届けてくれました。日本語版のタイトルは「退屈」です。  
日々の生活に何かが足りないと感じる時、何だか新しい事をしてみたい時、ちょっとだけ背中を押してくれる・・かも(たぶん?)
詳しくは以下をどうぞ。読んでみたい方はご一報ください。通常のFilippo作品も掲載中です。  
http://nroom-artspace.com/Filippo.html

GRAZIE MILLE.

A presto