• Gio. Mag 30th, 2024

Israele, Russia, partita a scacchi con una pesca

Diadmin

Ott 7, 2023 , , ,

Benvenuti. Qui sopra, il mio ultimo video che racconta il motivo per cui ho abbandonato anche X di elon musk e ho deciso di dar più spazio al blog e a Pinterest. Ma ciò che viviamo oggi, è molto più complesso. Nelle ultime ore il braccio armato di Hamas ha dato il via a un attacco in larga scala contro Israele. Ciò non è che l’ultimo focolaio di guerra scoppiato in questi mesi. Dopo l’invasione russa in terra ucraina, si è inasprito di nuovo il confronto fra l’Armenia e l’ Azerbaigian, in Africa ci sono stati una serie di colpi di stato e la supremazia francese è stata messa in discussione da la nuova entrante, composta da russi e cinesi. Senza contare poi la mai sopita ossessione della Cina verso Taiwan. Ed oggi, nei “territori”, è scoppiato un nuovo finimondo. Se prendiamo una cartina sotto mano, noteremo che il fronte delle guerre è sempre più ampio e la mossa oggi di Hamas, per loro stessa ammissione, tende a voler unificare il mondo arabo contro Israele. Credo che tutto questo amplificarsi di guerre e colpi di stato debba essere preso in seria considerazione. Ciò che noi oggi viviamo è una profonda trasformazione del mondo conosciuto fin ora. Qualcuno parla di un mondo occidentale che non esiste più e sta lasciando il posto alla nuova cartina politica del globo (terraqueo, per dirla alla meloni). Un cambiamento epocale che va affrontato con dimanismo, intelligenza ed elasticità. Anche perchè, bisogna oggettivamente ammetterlo, perdere l’egemonia su certi territori e su certe alleanze, causerebbe non pochi problemi. Questa è una partita a scacchi di vitale importanza. Noi, in Italia, abbiamo affrontato tutto questo, come sempre: confusione, sfottò, paternali… esattamente come se fossimo a partita di calcio. Ed ecco che lo spot Esselunga diventa il primo argomento di discussione in Italia. Per la sinistra è una pubblictà pro-famiglia e per la destra un capolavoro di toccante attualità. Ed ecco che un utente che si definisce “manzo” (sarebbe un tipo che ha un bel fisco muscoloso) specifica che la bambina di quello spot, deve inizalmente pensare che ha una bella macchina, una bella casa e che la pesca deve infilarsela nel culo. Io non sono manzo, ho la pancetta, mi fa alquanto schifo la palestra e lo spot Esselunga non mi sembra ne di destra, ne di sinistra, MA:

1 son cose da dire a una bambina di 4 o 5 anni?

2 cosa cazzo gliene frega alla suddetta, se ha una bella casa e una bella macchina, ripeto, è una bambina di 4 o 5 anni.

3 potrà sempre lei, volere ciò che desidera? D’altronde ognuno ha i suoi desideri.

Ora. Ho preso in esame uno dei tantissimi utenti dei vari social, quel tipo di utente che ha la verità in mano, ha ragione sempre lui e con la scusa della libertà, vuol imporre invece le sue idee. Così, secondo il suo ragionamento io posso essere qui a dire che avere un copro “manzo” non fa di te un figo. Anzi, dire a una bambina che si infili un frutto su per il culo, fa di te uno sfigato a livelli estremi. Così per dire che mentre il mondo gioca a scacchi sul filo del rasoio di una guerra planetaria, l’italico popolo pensa a vedere se Elodie ha messo nuove foto osè, se Linus va o no ai festeggiamenti della Juventus, se è più figa la destra o la sinistra. Ma questo è il popolo, si deve distrarre, ci può anche stare. Abbiamo votato una classe dirigente che ci rappresenti e che risolva i problemi. Sta ai nostri politici giocare questa partita. Bene. La meloni ha fatto una dichiarazione a favore dello spot Esselunga. Echecazzo, questa pubblicità è divenuta un caso politico come quando tutti si indigarono per i 2 centesimi che avrebbero fatto pagare per la borsa della spesa. salvini si fa le foto mentre fa la spesa felice nel suddetto supermercato, dove tra l’altro, non si usano i guanti perchè lui non li ha. Altri politici si sono indignati in tv, altri hanno fatto foto, preso per il culo colleghi, insultato scrittori morti, tifato o no per la guarigione di fedez; il tutto seguito da orde di utenti che fra sfottò e insulti, appoggiano o criticano le loro scelte.

E non mettiamo il dito nella piaga dei vaccini si, vaccini no, malattie ecc. L’ho detto nel video, che qualsiasi scelta tu abbia fatto con i vaccini (o per dirla come quelli fighi del web, i sieri genici). Sono arrivato a leggere che gli occupanti dell’autubus caduto a Mestre sono stati uccisi dal vaccino anticovid. Questo perchè l’autista era stato obbligato a vaccinarsi, ha avuto un malore improvviso e questo ha causato la morte di 21 persone. Bho, io avrei evitato di scrivere certe cazzate e avrei portato rispetto ai defunti, ma si sa che purtroppo tutti hanno diritto di parlare. Ma se tutte queste cazzate di dottori, immunologi, specialisti di Mrna, rna, Dna da tastiera, laureati all’università di facebook con tirocinio a quella di tik toc, si limitassero, sarebbe mal di poco. Purtroppo esasperano gli animi di gente frustrata già al limite e allora succede, come in questi giorni che sempre più spesso medici e infermieri che son li per noi, vengono aggrediti da chi dovrebbero curare…

Vuoi far qualcosa di utile? Non ti fidi della medicina? Curati da solo. Vuoi fracassarci le palle su quanto i vaccini facciano migliaia e migliaia di morti? Bene, vai in strada e conta quanti cadaveri vedi. Ci tieni a riempirci l’ova con quanto sia santo Putin e quanto abbia ragione? Bene, vai e arruolati nell’esercito russo.

Insomma “fare il super figo” sui social o su internet in generale non risolverà niente. Anzi…