NOTA:


Chi desidera acquistare le opere può rivolgersi a:
per i DIPINTI: Galleria Viadeimercati Vercelli che ne detiene l’esclusiva, CLICCANDO QUI

Seguimi su Twitter @analphabeta.

Pagina facebook: European Tribal Art Gallery

————————————————————————–

Buongiorno / Buonasera a tutti,
l’articolo relativo alla mostra di Serravalle Pistoiese e il comunicato stampa riguardo alla collaborazione con la galleria Blue Moon Curio Shop di Kathmandu (Nepal) sono a tradurre e presto potrò pubblicare testi e foto. Nel frattempo vi porto a conoscenza della nascita di “SCARAFAGGI, pensieri al crepuscolo”.

In questi giorni, c’è stata molta polemica riguardo a “Il Giornale” che ha venduto il libro Mein Kampf di Adolf Hitler, come allegato al quotidiano. Io sono molto presente su Twitter e lì si è scatenato un putiferio a non finire. Io sono tra coloro che non si sono indignati per questa cosa. Premetto subito che non appoggio la dottrina nazista, ne ciò che è stato fatto in seguito, ne gli ideali che sono nati in quell’epoca e che oggi ancora ritroviamo. Penso però che se vogliamo conoscere il passato occorre indagarlo sotto tutti i suoi aspetti, negare oggi la diffusione di certi libri significherebbe scendere al livello di coloro che li bruciavano e censuravano negli anni dell’avvento nazista. Sono anche una di quelle persone che credono che il male non sia nelle “cose”, ma nel cuore di chi le usa. Per esempio l’auto è un gran mezzo di trasporto e ha rivoluzionato la società da quando è stata inventata, però se la uso per investire i pedoni… la colpa non è sua: è il mio cervello che è andato in pappa. Credo, come molti, che per giudicare, condannare, evitare gli errori del passato, bisogna sapere. Oltretutto, quello che è venuto fuori dai social network è ancora una volta, una notizia distorta. Sembrava che Il Giornale distribuisse il libro in tutta la nazione. Visto l’indignazione che c’era in giro, sono andato a acquistare: in realtà il quotidiano vendeva il libro a 11.90 euro e non gratis, i libri erano due poichè insieme c’era anche la storia del Terzo reich e il Mein Kampf incriminato non era l’edizione pura ma una copia ragionata con tanto di crono-storia. Dico questo, non per difendere alcuna posizione, ma per rimarcare ancora una volta come sul web tutto venga manipolato e mutato (anche senza volerlo). Diciamoci la verità, siamo umani, e come tali tendiamo a incazzarsi facilmente, soffriamo parecchie volte di frustrazione e come tale l’aggressione verbale, la polemica, l’ “assalto all’idee dell’altro” sul web tendono a smorzare un po’ questa cosa che ci fa star male. Questa polemica, per contenuti e per come è venuta fuori, mi ha smosso qualcosa relativa alla scrittura. Qualcuno spero si ricorderà de “L’Analphabeta, memorie di studi analphabetici“. Lo stampavo ogni gennaio e lo inviavo gratuitamente a tutti coloro che erano iscritti al blog. Era una raccolta di tutto ciò che avevo fatto artisticamente nell’anno precedente. Poi un giorno per varie rotture di cazzo burocratiche e per l’onere economico che comportava tutta l’operazione, ho smesso di realizzarlo. Insieme a L’Analphabeta, ho però sempre ammirato una piccola rivista, stampata dal Maestro Gori nel 2011 che purtroppo si è fermata a soli quattro numeri. Si chiamava Acquario e mi piaceva perchè era fresca, immediata, contorta in senso positivo ed era molto interessante nell’interazione testi/disegni. Probabilmente le polemiche di questi giorni mi hanno riportato alla luce la voglia di avere e realizzare una rivista tutta mia. Questa voglia ha trovato terreno fertile su uno stato di frustrazione (perchè figuriamoci se io ne sono immune) che provo. Proprio per questo motivo, l’annuncio prima della realizzazione: per cercare di fissarmi una meta, un qualche persona che trovi interessante l’idea, per cercare di placare questo senso di precarietà che mi rende apatico tutto il giorno. Il sogno è raggiungere i 50 abbonati, in modo da poter avere i soldi per realizzarla volta volta nella più totale libertà artistica.

L’uscita è prevista per settembre, conto di realizzare una rivista che in realtà è un’opera d’arte, con tiratura 50 esemplari. Conterrà 32 pagine in bianco e nero, in parte stampate e in parte realizzate in xilografia originale. Avrà una cadenza variabile (minimo bimestrale).

Scarafaggi copertina promo filippo biagioli
Scarafaggi copertina promo filippo biagioli

Questa sopra è solo la copertina promo, sicuramente cambierà tutto, ma almeno abbiamo un’idea di fondo. Grazie a chi avrà letto l’articolo.

Questo per adesso è tutto

A presto

filippo

l’analphabeta

Nroomから度々展示に参加しているイタリア人作家Filippo Biagioliが、新作漫画を届けてくれました。日本語版のタイトルは「退屈」です。

 

日々の生活に何かが足りないと感じる時、何だか新しい事をしてみたい時、ちょっとだけ背中を押してくれる・・かも(たぶん?)

詳しくは以下をどうぞ。読んでみたい方はご一報ください。通常のFilippo作品も掲載中です。

 

http://nroom-artspace.com/Filippo.html