• Dom. Giu 26th, 2022

Domenica, 22 Maggio a Cosio di Arroscia (IM) si terrà una manifestazione che ruota tutto attorno allo svolgersi dalla mattina alle 5.30 di una Rogazione contemporanea. Le Rogazioni erano in passato, processioni che sfilavano attraverso le campagne e si fermavano a determinate edicole votive per recitare orazioni, che chiedevano all’Altissimo protezione da malattie, calamità naturali, o favori per avere un bel raccolto. Questa Rogazione ligure, partirà dalla Cappella di Sant’Antonio, per cui per l’occasione ho realizzato una scultura raffigurante un maiale, animale che seguiva il Santo. L’opera raffigura il volto del suino, e sui lati ha inciso il testo latino dell’Orazione che veniva recitata e dall’altro la caricatura di un campo di grano. Qui di seguito, Emilio Grollero ideatore della manifestazione, introduce la stessa.

Qui di seguito invece, le foto della mia opera, che il 29 Maggio verrà installata insieme a una scultura di Emilio Grollero, di fronte alla Cappella di Sant’Antonio.

Filippo Biagioli Scultura maiale di Sant'Antonio

Di seguito, il comunicato ufficiale della manifestazione:

Questa rogazione laica avrà un suo sentiero. Sarà un sentiero di musica, arte, poesia e parole. Parole di speranza. Comincerà presto, alle 5.30 del mattino , perchè un tempo a quell’ora iniziavano le processioni (le rogazioni appunto)per augurare un buon raccolto, acqua a sufficienza e pane. A quell’ora faremo colazione con un poco di latte (quello vero) e un dolce locale (il latte è stato il cibo simbolo di purezza). Altri cibi verranno condivisi durante tutta la giornata come il pane sfornato lì, il burro, il formaggio e naturalmente il vino. La nostra rogazione racconterà la musica di Mario Cau, l’acqua suonata da Danilo Raimondo, la chitarra di Mauro Pinzone e Enzo Viaggio, le parole di Rosa Bellantoni, le mappe di Giovanni Pazzano, il murale di Mario Nebiolo, altre voci del paese come Alessia Chizzoniti, Rossella Gravagno, Tonina Rolando, le voce alla chitarra di Marco Gastaldi e tanti altri. Ognuno, se lo desiderà, avrà il suo spazio per, attraverso la rogazione, confidare se stesso al territorio. Alle 12.30 l’instancabile Pro Loco di Cosio d’Arroscia propone l’aperitivo del contadino.10 euro per: Raiore, farinata, frittelle di verdura, bruschette, formaggio e focaccia al sambuco e fiori d’acacia.E domenica 29 l’evento proseguirà con l’inaugurazione di un’opera di Filippo Biagioli….Raggiungici a Cosio vieni raccontare o semplicemente ad ascoltare.Finirà in serata dolcemente sperando di essere riusciti a creare una “situAzione” condivisa.

Qui di seguito le foto della scultura:

Questo per adesso è tutto. Hanno aggiornato tutto il sistema WordPress e io non ci capisco più nulla…