Mostra Osmosi a Cozzile (PT)

NOTA:



Chi desidera acquistare le opere può rivolgersi a:
per i DIPINTI: Galleria Viadeimercati Vercelli che ne detiene l’esclusiva, CLICCANDO QUI

Per T-shirt, stampe e tutto il materiale di merchandising visita il mio negozio on-line www.tostadora.it/FucinadiGhisa

Per rimanere sempre informati, direttamente sul tuo cellulare, scarica l’APP per Android: https://apps.appmakr.com/filippobiagioliart

oppure, per contatto diretto e news in tempo reale su opere, mostre, pubblicazioni sono disponibili le messaggerie Whatsapp e Telegram al n. +39 3334238749 (basta inviare un messaggio a questo numero e sarete automaticamente iscritti agli aggiornamenti)

————————————————————————–

Buonasera / Buongiorno a Tutti,
io lavorerei anche a SCARAFAGGI, ma mentre disegno, i fogli mi si appiccicano alle braccia, tant’è afa… 😀 😀 Andiamo però, senza pensarci, alla prossima iniziativa… Sabato 15 Luglio parte una collettiva, di seguito vi inserisco foto e comunicato stampa. Sono orgoglioso di dire che la mostra (già allestita) mi piace proprio. Le opere presentate dai vari artisti, stranamente, mi piacciono molto. Ringrazio Andrea Mattiello e Stefano Citti per avermi fornito le fotografie e il comunicato stampa.

Qui di seguito, i miei lavori, installati:

filippo biagioli mostra cozzile guardian figure 1
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure 1
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure 2
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure 2
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure 3
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure 3
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure 4
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure 4
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure 5
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure 5
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure 6
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure 6
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure 8
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure 8
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure
filippo biagioli mostra cozzile guardian figure

Castello di Cozzile

“OSMOSI – Tra natura e artificio”

OSMOSI

tra natura e artificio a Cozzile
progetto di Mauro Lovi
Cozzile

15 luglio-12 agosto 2017
arte a Massa e Cozzile (Pistoia)

seconda edizione

Incontri annuali dedicati a Giorgio Stolz.

INAUGURAZIONE SABATO 15 LUGLIO 2017
ORE 18.00

ARTISTI

Paolo Baratella
Benvenuto Saba
Elisabetta Nencini
Anne Flore
Filippo Biagioli
Andrea Mattiello
Mirta Vignatti
Paulyr Buhler
Franco Pegonzi
Livio Tessandori
Carlo Cipollini
Caterina Sbrana
Gabriele Mallegni
Barbara Crimella
Chiara Lera
Roberta Lozzi
Fabio Sciortino
Massimo Mariani
Armando Baccei
Emiliana Martinelli
Mara Lucchesi
Emy Petrini
Maurizio Rossi
Antonio Sammartano
Antonino Lo Presti
Pietro Soriani
Mauro Lovi

Logo Osmosi Cozzile

(osmosi: o·smò·si/sostantivo femminile, fig. L’influenza reciproca che individui o elementi contigui esercitano uno sull’altro; anche, specificamente in campo culturale, compenetrazione scambievole di idee, atteggiamenti. Deriv. del greco ōsmós ‘spinta’).

Osmosi è una manifestazione che si svolge ad anni alterni negli spazi dei borghi di Massa e quello di Cozzile. Gli artisti di diverse età e tendenze sono invitati a esporre i loro lavori nello spazio fisico dei luoghi. L’esposizione si pone come un momento di confronto, di scambio tra esperienze artistiche di autori provenienti da paesi diversi. Gli autori affrontano il tema della lettura dei ritmi e delle sequenze della natura, con attenzione agli animali e piante.
Lavori pensati e inseriti negli spazi esterni e interni del borgo di Cozzile. La struttura della manifestazione è un progetto a cura di Mauro Lovi ispirato al lavoro di Giorgio Stolz, un cittadino svizzero venuto ad abitare negli anni 90 a Massa e Cozzile, dove mise la sua casa a disposizione per mostre di artisti che proponevano percorsi e letture originali nell’arte. Lo scorso anno, dopo la sua scomparsa, per volontà dalla moglie Lella Pitzalis e dall’Amministrazione Comunale di Massa e Cozzile,.è stata realizzata la mostra Per Giorgio, che ha coinvolto il borgo di Massa e ha posto le basi per un progetto che abbia continuità nel tempo.

Nell’ edizione di questo anno (la seconda) organizzata con l’Associazione Musicus Concentus Lucensis, i lavori saranno collocati nello spazio fisico dello storico borgo di Cozzile: all’esterno, nel centro abitato e al chiuso nell’Oratorio. Vi si accede dopo aver percorso un po’ di strada nella natura superando il borgo di Massa, tra un mare di uliveti coltivati e macchie di selve e boschi. Qui la natura è in relazione con lo spazio fisico antropico, in un rapporto corretto.
Il mondo animale e vegetale, sono traccia e memoria di altri tempi quando ogni cosa serviva spartanamente a qualcosa e aveva una forma direttamente legata ad una funzione, culturale, fisica o mentale. Guardandosi intorno si nota il rapporto amorevole che chi vive qui ha per la natura. Questo rapporto di equilibrio, ormai lacerato e avulso in tanti contesti urbani, qui sopravvive come testimonianza spaziale quasi nella sua interezza. L’intervento linguistico di lettura attraverso l’arte, con opere che propongono e sviluppano i temi degli animali e della vegetazione, negli spazi del borgo, ci regala una magnifica occasione per riflettere su come ci stiamo muovendo nella natura.

L’arte si propone quindi come un filtro osmotico di scambio tra le trame e gli intrighi della natura e i manufatti artificiali antropici, storici e paesaggistici. Un’occasione di incontro con letture non banali dello spazio urbano.

Hanno accettato l’invito a partecipare artisti con provenienze e percorsi diversi, come lo spirito della mostra vuole. L’installazione delle opere collocate secondo un apposito piano di allestimento, scorre lungo la via centrale del borgo, dove le si incontrano allestite in piazzette, giardinetti, portali, sottoportici e oratori fino alla porta a sud, dove uscendo si gode di un panorama incantevole. I lavori sono di varie dimensioni, con soggetto e tecnica di realizzazione libere.

Collocazione delle opere lungo il percorso per le vie del paese

Collocazione opere

Programma 2017:

– Sabato 15 luglio alle ore 18. Inaugurazione della mostra. Sarà presentato il catalogo con le foto delle opere installate. Segue aperitivo.

– Domenica 23 luglio ore 21 concerto di musica medioevale nella centrale piazzetta del pozzo, eseguito da Matteo Zenatti: I trovatori in Italia, assolo per voce ed arpa.

– Sabato 12 agosto, chiusura della mostra con una serata dedicata alla osservazione delle stelle con l’Associazione Astrofili Valdinievole “A. Pieri”.

La mostra è aperta in tutti i luoghi di Cozzile ogni sabato e domenica dalle 17 alle 22.
Durante l’orario di apertura della mostra, nei fine settimana sarà aperto il Circolo del paese per appuntamenti gastronomici.

In attese di novità, torno a lavorare. Qualora voleste contattarmi, per qualsiasi motivo, potete usare la mail o le messaggerie con il numero che trovate a inizio blog.

questo, per adesso, è tutto.

A presto

filippo

l’analphabeta

Nroomから度々展示に参加しているイタリア人作家Filippo Biagioliが、新作漫画を届けてくれました。日本語版のタイトルは「退屈」です。

 

日々の生活に何かが足りないと感じる時、何だか新しい事をしてみたい時、ちょっとだけ背中を押してくれる・・かも(たぶん?)

詳しくは以下をどうぞ。読んでみたい方はご一報ください。通常のFilippo作品も掲載中です。

 

http://nroom-artspace.com/Filippo.html

 

 


per giorgio

NOTA:


Chi desidera acquistare le opere può rivolgersi a:
per i DIPINTI: Galleria Viadeimercati Vercelli che ne detiene l’esclusiva, CLICCANDO QUI

Seguimi su Twitter @analphabeta.

Pagina facebook: European Tribal Art Gallery

————————————————————————–

Buongiorno / Buonasera a tutti,
le persone si sa, nella vita, vanno e vengono. Forse non è importante quanto tempo ci rimaniamo in contatto, ma di sicuro, è importante la traccia che lasciano dentro di noi. Credo che proprio per questo motivo, gli organizzatori di “per giorgio”, abbiano speso anima e corpo nella realizzazione di questo evento. Io Giorgio l’ho conosciuto grazie ad un amico collega che faceva parte della sua galleria… e siamo andati d’accordo fin da subito, tant’era il suo modo di vedere l’arte in maniera pura, disincantata, solo con gli occhi di chi cercava la bellezza. Vi inserisco qui di seguito il comunicato stampa che spiega cos’è “per giorgio” e le biografie degli autori che ne fanno parte, tra cui, orgogliosamente, ci sono anch’io. Grazie.

per giorgio,
arte a Massa e Cozzile (PT)
progetto e direzione artistica di Mauro Lovi
esposizione internazionale d’arte dedicata a Giorgio Stolz
Comune di Massa e Cozzile
prima edizione luglio 2016
inaugurazione: sabato 2 luglio, orario 18,
fino a domenica 31 luglio, orario 18/23,

per giorgio massa e cozzile
per giorgio massa e cozzile

COMUNICATO STAMPA

L’incontro di Giorgio Stolz con Massa e Cozzile avvenne agli inizi degli anni 90, in quel periodo si interessava di consulenza commerciale dei prodotti di design, nella sua casa aveva ricavato uno spazio dove ospitava i lavori a scopo culturale di artisti da tutto il mondo. Navigatore del reale come tutte le persone curiose era attratto da chi sapeva renderlo con linguaggi originali. Sceglieva gli artisti secondo una sua particolare sensibilità. Cercava luoghi anticonvenzionali per esporre i lavori dei suoi autori. Non gli piacevano gli spazi asettici dei musei e delle gallerie contemporanee, gli interessava come gli artisti si sarebbero relazionati con gli spazi già strutturati o carichi di segni. Amava molto le contaminazioni tra generi artistici, tra stili, tra discipline: pittura scultura design architettura artigianato, cercava stimoli dalla complessità e cercava in sintesi di semplificarne l’esposizione e la comunicazione. Metteva in pratica tutto questo, seguendo con cura le varie parti dei processi creativi. Giorgio Stolz era nato a Zurigo e in suo riferimento è stata elaborata l’immagine della mostra una sintesi tra la bandiera Svizzera e il campanile della chiesa del borgo, e come carattere di stampa è stato usato l’Helvetica. Con sua moglie Lella, anima portante di questa iniziativa, amava l’arte, i libri, i viaggi, la buona tavola, la sincerità, il buon design, il jazz, l’amicizia. Amava molto anche il borgo di Massa e Cozzile dove ha trascorso la maturità della sua vita, dopo aver visitato molti paesi del mondo per lavoro e per diletto. Sotto casa nello spazio espositivo, dove un tempo c’era una vecchia bottega di fabbro, ha ospitato i lavori di artisti da tutte le parti del mondo, generando una sequenza molto interessante di presenze di diverse tendenze e modi di intendere l’arte. C’era posto per tutti A casa di Giorgio purché si avesse qualcosa da raccontare. Questa iniziativa di Arte a Massa e Cozzile che vuole ricordarlo, nasce dalla volontà di Lella, dagli amici, dagli artisti e dall’Amministrazione Comunale. Numerose le persone e le attività che in vario modo hanno collaborato alla buona riuscita della mostra. L’arte invaderà il borgo di Massa e Cozzile, e il suo particolare contesto urbano. La cittadina sarà tutta uno spazio d’arte, un tessuto storico fitto dove saranno inseriti elementi colorati che esalteranno il grigio stratificato delle sue pietre. Mauro Lovi il curatore del progetto ha invitato a partecipare gli artisti che hanno esposto A casa di Giorgio con l’invito rivolto anche altri autori che lo avevano comunque seguito e conosciuto, nel complesso 33 autori che presentano opere con soggetti, ambiti di riferimento e tecniche diverse. Per la collocazione dei lavori degli artisti in mostra sono stati individuati e assegnati precisi spazi, secondo lo spirito e gli ingombri dell’opera, sia all’interno che all’esterno negli spazi disponibili. Sono stati individuati otto luoghi importanti per la storia e l’architettura della città: il Museo S. Michele, l’Archivio Storico Comunale, la Chiesa di S. Michele, Il Giardino Rinaldi in Via Ricasoli, Palazzo Rinaldi in Piazza Matteotti, la Loggia del Palazzo Pretorio, il Palazzo in Via Pasquini, e il Giardino Guadagno in Via Roma. É nell’intenzione dell’Amministrazione Comunale e degli organizzatori fare di questo evento un appuntamento a carattere annuale facendo sì che l’arte entri nel borgo dialogando con il suo spazio fisico, con opere che ne leggano le caratteristiche.

Mauro Lovi

Artisti partecipanti:
Jacopo Bellomo, Filippo Biagioli, Rossana Bonciolini, Paulyr Buhler, Marco Cardelli, Carlo Cipollini, Claudio De Col, Mimmo Di Cesare, Anne Flore, Claudio Gaddini, Angela Galli, Errico Irace, Alberto Juninger, Antonino Lo Presti, Mauro Lovi, Jacqueline Magi, Massimo Mariani, Andrea Mattiello, Alex Milani, Leonardo Miluccio, Robert Mirek, Galeazzo Nardini, Elisabetta Nencini, Angelica Pedroso, Emy Petrini, Walter Puppo, Antonio Sammartano,
Elisabetta Scarpini, Beatrice Speranza, Lorenzo Taddei, Livio Tessandori, Mirta Vignatti, Ivano Vitali

Serate a Massa e Cozzile nel periodo della mostra
Spettacoli:
Sabato 2 luglio ore 21,30: concerto di tango argentino con chitarra e bandoneon, Adrian Fioramonti e Massimiliano Pitocco. La serata è offerta da Banca Consulia, Pistoia
Domenica 10 luglio ore 21,30: concerto di musica celtica, La Dama e L’Unicorno
Domenica 17 luglio ore 21,30: concerto con canzoni di De André e Tenco, Lino Fiorini
Domenica 24 luglio ore 21,30: teatro dada con il DadaEnsemble
Domenica 31 luglio ore 21,30: concerto storia della chitarra jazz, Marco Cattani Quartet la serata è offerta da Rotary Club Pistoia e Montecatini Terme

Gli spettacoli sono a ingresso gratuito e si terranno in Piazza Matteotti

Cene:
Sabato 2 luglio: serata di griglia argentina con asado
Domenica 3 luglio: stand gastronomico con pizza e piatti del giorno
Sabato 9 luglio: serata irlandese con piatti tipici e birra
Domenica 10 luglio: stand gastronomico con pizza e piatti del giorno
Sabato 16 luglio: serata di fritto misto e pesto alla genovese
Domenica 17 luglio: stand gastronomico con pizza e piatti del giorno
Sabato 23 luglio: serata di paella valenciana con sangría
Domenica 24 luglio: stand gastronomico con pizza e piatti del giorno
Sabato 30 luglio: serata di zuppe e piatti toscani
Domenica 31 luglio: stand gastronomico con pizza e piatti del giorno
Le cene sono organizzate dal Circolo Arci “Lando Vinicio Giusfredi”
é gradita prenotazione tel. 0572 60190

per giorgio,
arte a Massa e Cozzile (PT)
progetto e direzione artistica di Mauro Lovi
esposizione internazionale d’arte dedicata a Giorgio Stolz
Comune di Massa e Cozzile
prima edizione luglio 2016
inaugurazione: sabato 2 luglio, orario 18,
servizio navetta da Via Vangile, 1 Margine Coperta
fino a domenica 31 luglio, orario 18/23,

filippo biagioli opera per giorgio massa e cozzile 2016
filippo biagioli opera per giorgio massa e cozzile 2016

Questa è l’opera che presenterò. Di seguito i partecipanti:

Jacopo Bellomo, giovane fotografo di Massa e Cozzile di 25 anni, fotografa preferibilmente soggetti a luce ambiente. Non importa dove essi siano, l’importante è che lo scatto sia semplice, diretto ed inequivocabile. Fin da piccolo sente il bisogno di immortalare il momento ovunque si trovasse, crescendo questo bisogno si è trasformato in una passione infinita composta da sacrifici e soddisfazioni.

Filippo Biagioli, nasce in Toscana nel 1975. Artista di Arte Tribale e Rituale Europea, partecipa attivamente in Italia e all’estero alla promozione della cultura europea tramite mostre, pubblicazioni, installazioni e progetti in genere. Vive e lavora a Serravalle Pistoiese.

Rossana Bonciolini, nasce a Pescia (PT) il 25 settembre 1961. Inizia l’attività espositiva nel 1999, proponendo opere di scultura, pittura e fotografia a cui associa “Poesie Dipinte”, in cui pensieri e colori si fondono tra loro. Vive e lavora a Massa e Cozzile (PT). www.rossanabonciolini.it

Paulyr Buhler, nasce nel 1944 in Svizzera e si diploma nel 1965 a Zurigo. Prosegue la sua formazione artistica a Parigi sotto la guida di Suarez da Fraga. Dalla metà degli anni 70 vive ed opera in Toscana, dedicandosi dapprima di fusioni a cera persa, sculture con vegetali, arte orafa e pittura. Attualmente si occupa in prevalenza di installazioni artistiche e fotografia.

Marco Cardelli, fotografo. Conosciuto ed apprezzato nel campo pubblicitario, nasce il 19 giugno 1954 a Lucca. Da sempre attratto dalle arti visive, si accosta alla fotografia sin da giovanissimo. Negli anni ’70 fa esperienza all’estero come fotoreporter per una nota rivista musicale, dove ha l’occasione di fotografare tra gli altri, Frank Zappa e i Pink Floyd. Studia regia cinematografica alla “New York Film Academy” presso gli Studi Universal a Hollywood, Los Angeles e nel 2009 gira un film cortometraggio tratto da un suo soggetto, presentato con successo al Festival internazionale di Toronto. Vive e lavora tra Lucca e Milano.
Carlo Cipollini, nasce a Camaiore nel 1954. Dopo il Liceo Artistico e l’Accademia di Belle Arti, dal 1974 è stato docente di discipline pittoriche presso il Liceo Artistico Statale di Lucca. Negli anni ‘80 scopre l’arte del bonsai. Disciplina e anni di studio lo portano ad essere punto di riferimento in Italia e all’estero dell’arte di coltivare piante in vaso. Dopo trent’anni la pazienza e l’attesa di risultati in campo bonsaistico è trasformata in una necessità creativa più immediata che si sviluppa e si conclude nel giro di poche ore.

Claudio De Col, nasce a Modena il 20 luglio 1944, si diploma in Arti Applicate a Vevey (VD), Svizzera, nel 1968 iniziando un’attività in arti visive, disegno, pittura e collage. Dopo diversi anni vissuti in Svizzera, attualmente vive e lavora nella sua casa studio Loft a Pescia.

Mimmo Di Cesare, orafo e scultore nasce a Palermo nel 1938. Figura eclettica e poliedrica, difficilmente inquadrabile secondo i canoni di un’estetica più e più volte messa in discussione in cinquant’anni di attività artistica. Orafo, scultore, designer, fotografo la sua ricerca artistica, etica ed essenziale ha un linguaggio a sé stante, non segue correnti o mode, apre e si confronta spesso con i giovani nei seminari universitari o nelle accademie e negli istituti d’arte, luoghi di incontro, di creatività, di design e del “fare”.

Anne Flore, nasce in Germania 1954, vive in Italia ed Inghilterra, lavora con: pittura, disegno, video. Espone le sue opere in Europa dal 1979.
Anne Flore, Via di Gupa 1 51010 Pescia-Vellano (PT) e-mail: anne.flore@web.de

Claudio Gaddini nasce a Lucca nel 1973. Terminati gli studi al Liceo Artistico della Città di Lucca frequenta corsi di nudo presso l’associazione culturale lucchese Mimesis. Sempre dedicandosi alla pittura e dopo varie esperienze artistiche, negli anni duemila inizia una ricerca pittorica orientata verso il segno, la forma, lo spazio e l’utilizzo di materiali spesso in contrasto tra loro ma in cerca di dialogo ed equilibrio come nel caso della plastica (chimica) e della carta (natura). La sua ricerca continua oggi nello studio di Nozzano Castello, paese del comune di Lucca dove vive e lavora. 2015/16 Vincitore premio ORA quinta edizione.
cgaddini@gmail.com

Angela Galli, artista multimediale e scrittrice. Nasce a Portoferraio, ha vissuto a Berlino, New York, Montecatini T., Nizza e Vallauris per lunghi periodi di tempo ma sempre intercalati con altri periodi trascorsi sulla sua isola: l’Elba. Mostre e Residenze nazionali e inter­nazionali. Il suo lavoro è stato pubblicato su libri e riviste sia in Italia che all’estero.

Errico Irace, Napoli, 1941 – Borgo a Buggiano PT, 2005. Esordisce in campo artistico con dipinti in cui gli oggetti sono i protagonisti. Uno dei soggetti che più lo interessava era il cavallo, icona di forza e movimento fin dai tempi degli antichi Romani. Con il tempo la sua pittura si trasforma privilegiando la libertà del gesto e l’espressione personale. La musica viene concretizzata in immagini dalla forza drammatica, dinamica, traducendo in colore emozioni represse su tele di grandi dimensioni. Ha partecipato a numerose manifestazioni nazionali ed internazionali.

Alberto Juninger, pittore e scultore. Nasce a St.Gailen in Svizzera nel 25/12/1947, nel 2016 muore nella sua residenza a Capannoli (Pi) a Piazza Castello, dove ha vissuto e creato nell’ultimo trentennio.
info@olafjuninger.com

Antonino Lo Presti, nasce a Linguaglossa nel 1944, risiede a Scandicci dal 1962. Ha tenuto personali in varie città italiane. Ha partecipato a numerose collettive e rassegne di carattere nazionale, fra queste: Premio Sassoferato, premio Vasto; premio arte e sport, X quadriennale, la nuova generazione, Roma. Partecipazioni recenti: Oh!nirica, tabula rasa, Otto luogo dell’arte – Firenze. Nel segno della rosa e animali favolosi e racconti silenziosi – biblioteca di Scandicci.

Mauro Lovi, architetto, designer, pittore, scultore, grafico. Nasce a Lucca, e qui lavora dagli anni ‘70. Il suo interesse si rivolge all’arte, all’architettura, la grafica e al design, integrandoli in progetti specifici. Collabora con aziende alla progettazione di oggetti e mobili. Partecipa a fiere, collettive e mostre personali di design e arte in Italia e all’estero. Opere pubbliche Andria, Savelletri, Brindisi, Ferrandina, Matera. È direttore artistico di Otto Luogo dell’arte, Firenze e membro del Comitato Scientifico della Fondazione Ragghianti Lucca. Nel 2016 Partecipa a Quasi segreti, a cura di Beppe Finessi, con La cassettiera introversa, al Museo Poldi Pezzoli Milano.

Jacqueline Magi, autodidatta fin dall’età di sei anni si è formata disegnando dal vero tutto il mondo che la circondava. Ha quindi iniziato a sperimentare varie tecniche, olio, acrilico, pastello, china. Con il tempo ha enucleato un proprio stile originale, caratterizzato dall’uso del colore puro dato di piatto, dalla coloristica forte. Affronta temi come il mandala, il cosmo, la vita. La poetica, essendo anche fotografa, si riassume nelle parole: la fotografia per il reale, la pittura per il sogno, la fantasia, il trascendente. Ha esposto in personali e collettive in Italia e all’estero, fra cui l’Universita di Arte di Grodno (Bielorussia), Tallinn (Estonia). Ultima sua personale importante nel marzo 2015 a Firenze a Le Giubbe Rosse.

Massimo Mariani, architetto e designer, nasce nel 1951 a Pistoia. Si laurea nel 1977 alla facoltà di Architettura di Firenze, dove insegna dal 1980 al 1992 con Remo Buti. Nel 1980 fonda con Alberto Casciani lo studio Stilema. Nel 1986 è co-fondatore del movimento Bolidista. Dal 1980 lo studio Mariani realizza progetti diversi: dalle case private, a edifici specialistici come il Museo Benozzo Gozzoli a Castelfiorentino (2009), la Scuola Elementare e la Biblioteca Comunale di Ponte Buggianese (2010). Dagli anni ‘90 firma il design di numerose banche e aziende in Toscana. Sono stati da poco completati il nuovo quartier generale della Banca di Pisa, la sede legale della stessa banca a Pisa e la sede della BCC di Cambiano a Firenze.

Andrea Mattiello, nasce a Montecatini Terme, vive e lavora a Pieve a Nievole (PT). Si esprime con una grafica netta, decisa e ben tracciata. Figure ordinarie ed elementari riescono, tramite improvvisi e corrosivi atti creativi, ad attivare l’attenzione rifacendosi a certi stilemi fumettistici e a spassosi graffitismi oscillanti tra cultura e banale quotidiano.
www.andreamattiello.blogspot.it;
www.instagram.com/mattielloandrea

Alex Milani, pittore e scultore, nasce a Basilea in Svizzera l’11 luglio del 1935. Ha iniziato a dipingere a 37 anni e dieci anni dopo realizza le prime sculture. Nei tanti anni del suo lavoro ha cambiato spesso stile. Le sculture sono di materiali diversi, legno e metalli riciclati come parti di vecchie auto, segati e saldati. Da 40 anni Alex Milani vive e lavora a Buggiano, la sua seconda patria.

Leonardo Miluccio, nasce a Pescia (Pistoia) l’11 Settembre del 1991. Laureato in Grafica all’Accademia delle Belle Arti di Firenze, attualmente vive a Groningen, Paesi Bassi, lavorando come illustratore e graphic designer freelance.
www.behance.net/LeonardoMiluccio

Robert Mirek, nasce a Detroit nel 1957, si laurea presso il Center for Creative Studies, Mirek, ha una carriera trentennale come designer / Art Director presso alcune delle più prestigiose aziende di marketing a Detroit. Pittore e scultore raffinato espone il suo lavoro a livello internazionale.
www.lmstudio.com/mirek/

Galeazzo Nardini, nasce a Pescia il 25 febbraio 1938. Corridore ciclista e pittore, esperto di diamanti grezzi, espositore di se stesso. Nel settembre 1973 espone una sua opera al museo dell’Louvre e al Musée d’Art Moderne de la ville de Paris VIII Biennale. A novembre del solito anno si autoespone alla galleria degli Uffizi. Nel 1974 apre a Montecatini Terme lo Spazio Alternative 2. Nel 1976 inizia Arte Sciopero, lo sciopero della creatività, dopo una breve interruzione nel 1977 per realizzare il primo Libro Sferico, fondare l’Università Utopica e mettere in scena Alchimiare, intraprende, senza successo, una crociata anticensorea e per mantenersi dipinge di tanto in tanto con lo pseudonimo di P. La Maison. Nel 1977 – 1978 da Londra con Michael Pergolani ha partecipato alla trasmissione Rai L’altra domenica di Renzo Arbore. Organizza a Montecatini Terme Supermegaiperdada una festa nell’ambito di Critica 1, L’arte da chi a chi. Nel 1981 – 1983 con l’ Università Utopica e il giornale satirico IL MALE, di cui divenne redattore, inizia una lunga e divertente campagna anticensorea per far togliere le braghe al Giudizio Universale di Michelangelo.

Elisabetta Nencini, nasce a Firenze nel 1964. Vive e lavora a Firenze. Si diploma presso l’Istituto d’Arte per poi approfondire la sua istruzione nel campo della grafica e della fotografia, per poi completare il suo percorso con il massimo dei voti all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Alle mostre personali, in Italia e Francia, si sono affiancati negli anni vari riconoscimenti.

Angelica Pedroso, artista brasiliana, Angelica si dedica all’arte fin da bambina sviluppando una tecnica personale di grande immediatezza e dai colori accesi. Le sue tele dal forte impatto emotivo trasmettono gioia di vivere e appartenenza alla Natura, echi di terre incontaminate vissute con l’anima.
www.angelicapedroso.com

Emy Petrini, floral designer, crea grandi istallazioni artistiche sia per spazi d’arte che per committenze.Nasce il 18 Settembre del 1967. Si diploma in Interior Design, presso l’Istituto per l’Arte e il Restauro a Firenze. Nel 2007 decide di approfondire la sua passione per l’arte floreale, si trasferisce per un anno in Galles e frequenta il corso avanzato di Floristry presso Welsh College of Horticultur-Northop, conseguendo l’Higher Diploma in Floristry (ICSF).

Walter Puppo, nasce all’Elba nel 1957, si diploma all’Accademia di belle arti di Firenze nel 1984. Vive e lavora tra Isola d’Elba e Firenze con studio a Vicchio in Mugello. Nel 2013 espone: personale alla Galleria European art contemporary di Badeneiler, Germania. Nel 2014 espone: personale allo Spazio Alessandrini, Sansepolcro; personale al MUM San Piero, Livorno; allo Spazio Glicine, Firenze con “La Fabbrica di Cellule”.
Nel 2015 espone alla Sala Signorini, Ass. alla Cultura di Portoferraio.
www.walterpuppo.com

Antonio Sammartano, nasce a Erice (Trapani) nel 1967. Artista e curatore poliedrico inizia la sua attività artistica professionale alla fine degli anni 80 contemporaneamente allo studio dell’architettura presso la facoltà di Firenze dove lavora per alcuni studi di architettura e interior design. Nei primi anni 90 frequenta l’Accademia di Belle arti di Brera a Milano e si dedica allo studio della pittura, della fotografia e delle varie forme d’arte in generale. Si dedica contemporaneamente alla progettazione e all’allestimento di progetti artistici che coinvolgono artisti internazionali.

Elisabetta Scarpini, nasce a Siena nel 1966, nel 1990 si diploma in pittura all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Lavora principalmente come fotografa e grafica, soprattutto nel settore della moda, per diversi brand italiani dei quali cura l’immagine e la presentazione della collezione. Parallelamente porta avanti la sua ricerca artistica, in questo momento sta lavorando a un progetto dal titolo “Wunderkammer”, una serie di still life fotografici legati al tema dell’accumulo. Vive e lavora a Lamporecchio, Pistoia.

Beatrice Speranza, nasce a Lucca, si laurea alla Facoltà di Architettura a Firenze. Gli studi contribuiscono a crescere la sua passione per l’immagine e la composizione che fluiscono spontaneamente nella fotografia. Con una ricerca intima e personale negli ultimi anni sente la necessità di un ritorno all’arti­gianalità e contamina le sue immagini con interventi manuali. Nasce Presenze, ricami in filo di lana su carta cotone. L’intervento con il ricamo consente di scoprire nuovi significati al di là della realtà: è al filo che viene affidato il compito di cambiare il punto di vista.

Lorenzo Taddei, nasce a Pistoia il 31 dicembre 1961 nel 1984 si diploma presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze. Vive e lavora a Montecatini Terme, Pistoia.
Nel 1992 Mostra personale “Intra et extra” al Parlamento Europeo, Strasburgo. Nel 1995 Mostra personale nella città di Montegranaro, Ascoli Piceno. Nel 1999 Mostra personale a “Casa di Giorgio” Massa e Cozzile. Nel 2000 Mostra collettiva “artisti associati per l’arte contemporanea Bielefeld” in Germania.

Livio Tessandori, nasce a Lucca nel 1953. Vive e lavora a Lucca. Partecipa fin da giovanissimo a mostre collettive e personali nella sua città. Privilegia la pittura ad olio. Sue opere si trovano in collezioni private a New York City, Denver, Copenaghen, Berlino, Bordeaux, Milano, Roma, Firenze, Lucca.

Mirta Vignatti, nasce a Rosario (Argentina) nel 1967. Si laurea in Belle Arti, Pittura e Critica. Nel 2000, grazie a un programma di interscambio arriva in Europa, ad Amsterdam. Dal 2001 è a Lucca, dove attualmente vive e lavora. Le sue opere fanno parte di numerose collezioni private in Argentina, Italia, Usa, Canada, Sud Corea, Australia, Nuova Zelanda, Giappone, oltre a vari altri paesi europei.

Ivano Vitali, scultore e performer ecologista, ha da sempre un rapporto privilegiato con gli alberi, a favore dei quali recupera la carta di giornale per le sue creazioni. Nel 2002 decide di apprendere dalla madre a fare la calza e l’uncinetto. Trasforma le pagine dei giornali in gomitoli di filo di tutte le misure: li ottiene attorcigliando e unendo una striscia dopo l’altra senza uso di forbici, colla o fissativi. Dal 2005 Ivano ha iniziato a realizzare oggetti molto grandi utilizzando maxi ferri e maxi uncinetti di legno da lui creati; tra le opere sono da ricordare gli “zoom-in”, grandi ferri con maglia e gomitolo gigante, i “tape-stries” arazzi ed archivi nello stesso tempo, i calzini ed i guanti giganti.

questo, per adesso, è tutto.

A presto

filippo

l’analphabeta

Nroomから度々展示に参加しているイタリア人作家Filippo Biagioliが、新作漫画を届けてくれました。日本語版のタイトルは「退屈」です。

 

日々の生活に何かが足りないと感じる時、何だか新しい事をしてみたい時、ちょっとだけ背中を押してくれる・・かも(たぶん?)

詳しくは以下をどうぞ。読んでみたい方はご一報ください。通常のFilippo作品も掲載中です。

 

http://nroom-artspace.com/Filippo.html